La prima edizione di Milano Graphic Festival offre il meglio della comunicazione visiva italiana

Dall’11 al 13 febbraio 2022 si tiene a Milano la prima edizione del Milano Graphic Festival (MGF). Il nuovo festival diffuso dedicato al graphic design, all’illustrazione e alle culture visive, porterà in città un ampio calendario di appuntamenti, tra mostre, workshop, talk, lecture, studio visit e installazioni, con ospiti italiani e internazionali. Promosso da SIGNS e h+, a cura di Francesco Dondina, il Festival si distribuisce tra il Certosa Graphic Village e BASE Milano; gli appuntamenti sono in collaborazione con importanti istituzioni culturali milanesi e realtà del settore.

“La grafica è dappertutto, ovunque si guardi; nelle strade e negli spazi pubblici, nelle case, negli uffici, sugli scaffali dei negozi, negli oggetti di tutti i giorni, e in tutta la comunicazione. La grafica ha contribuito e contribuisce a costruire l’identità e la cultura di un Paese”; spiega il curatore, Francesco Dondina. Per questo, Milano Graphic Festival coinvolgerà un ampio pubblico, che comprende anche semplici curiosi e appassionati del settore, che vogliono scoprire come sta cambiando la comunicazione visiva.

Il Festival attiverà mostre e iniziative nelle più importanti Istituzioni cittadine dedicate ai linguaggi della comunicazione visiva, dell’arte e del design. Tra queste, possiamo citare  Triennale Milano, ADI Design Museum, Castello Sforzesco, Società Umanitaria, MUBA – Museo dei Bambini Milano, Casa degli Artisti.

Scopri il Festival del Disegno di Fabriano

milano-graphic

La grafica a Milano in una nuova luce

Milano Graphic Festival avrà due hub principali: BASE Milano, in zona Tortona, e Certosa Graphic Village, un nuovo spazio dedicato alla creatività che prenderà vita nel Certosa District,  in occasione del Festival; un motivo in più per visitare il quartiere a nord-ovest di Milano, attualmente al centro di una vivace rinascita che punta sull’innovazione.

Negli spazi di BASE Milano, SIGNS, l’osservatorio permanente sul visual design che coinvolge oltre 100 progettisti e studi grafici italiani, presenterà la mostra SIGNS II. Grafica Italiana Contemporanea, secondo capitolo dell’omonima esposizione tenutasi sempre all’ex Ansaldo a fine 2016. Tra i nomi presenti in mostra: Salvatore Gregorietti, Andrea Rauch, Paolo Tassinari, Paola Lenarduzzi, Silvana Amato, La Tigre e Franco Achilli.

milano-graphic
Gli spazi di BASE Milano

Il Certosa Graphic Village sarà invece uno spazio creativo temporaneo di 3.000 mq, dedicato alla creatività contemporanea. Qui, i designer under 30, nella mostra performativa Generazione YZ, potranno partecipare a un progetto speciale di grafica urbana. Il Village sarà inoltre il luogo dedicato agli incontri, alle esperienze e alla ricerca; talk con designer italiani e internazionali, project room, lecture tematiche, performance e workshop animeranno un ricco programma dedicato a professionisti, studenti e persone di ogni età che amano il visual design.

Il nuovi murale in via Varesina 162, sul muro campus La Forgiatura

Qui si terranno la prima assemblea degli stati generali a cura di Franco Achilli, che vedrà coinvolte in un confronto le principali scuole di visual design italiane, e alcune mostre legate a maestri del visual design come la retrospettiva dedicata a John Alcorn, a cura di Marta Sironi. Il Milano Graphic Festival si propone quindi come un catalizzatore di idee e relazioni sul tema della comunicazione visiva, anche mettere in contatto il mondo delle imprese con il migliore design della comunicazione italiano.