Archi+ Argilla: l’innovazione che viene dal passato

Da sempre presente in architettura, l’argilla oggi torna al centro dell’attenzione degli architetti, per i suoi requisiti di sostenibilità e durabilità. Novacolor, infatti, propone un nuovo materiale, a base di calce e argilla, per superfici decorative di elevato valore estetico, ed eco-compatibili. Archi+ Argilla, dunque, sono superfici che applicano l’innovazione a materiali antichi, argilla e terra cruda.

superfici-argilla-terra-cruda.jpg

Formulato con argilla naturale, Archi+ Argilla è un intonachino applicabile in un unico strato su intonaci nuovi e preesistenti, realizzati con leganti idraulici, cartongesso, rivestimenti organici o minerali, conglomerati minerali assorbenti. Diverse finiture e diverse sfumature definiscono Archi+ Argilla nei nostri ambienti.

Scopri i trend nella ceramica da rivestimento

superfici-argilla-terra-cruda.jpg

Archi+ Argilla propone tonalità calde e atmosfere antiche, che si sposano perfettamente con la palette di colori Tuscany Land di Novacolor, con le sue nuance terra e ocra. La linea Archi+ fa parte della gamma Minerals di Novacolor, caratterizzata dall’uso di componenti naturali a basse emissioni di sostanze inquinanti volatili.

superfici-argilla-terra-cruda.jpg

Novacolor da anni ha ridisegnando la filiera produttiva, con un nuovo approccio basato sul concetto di “Biomass Balance”, e ha sostituito le materie prime fossili con biomassa proveniente dagli scarti agricoli. I suoi prodotti hanno ottenuto l’indoor air quality A+; inoltre, sono stati i primi in Italia a ricevere la certificazione REDcert2, un attestato assegnato alle aziende che investono in materie prime sostenibili. Anche le proposte Archi+ Argilla, come l’intera gamma Archi+, sono studiate per ridurre sempre più l’impatto sull’ambiente. In questo modo, Novacolor partecipa attivamente alla missione di raggiungere la neutralità climatica in Europa entro il 2050.