Un’affluenza di pubblico interessante, che infonde fiducia nel ritorno delle fiere in presenza, a Maison & Objet marzo 2022

L’edizione di marzo 2022 di Maison&Objet si è svolta all’insegna del dinamismo internazionale, confermando così che gli eventi in presenza hanno una grande forza di attrazione.

Oltre 50 mila visitatori, di cui uno su tre proveniva dall’estero: un risultato che conferma che il pubblico vuole tornare a incontrarsi, e a vedere le cose da vicino. L’edizione di Maison & Objet di marzo 2022 era la seconda in presenza, dopo la pandemia. E, grazie all’allentamento delle restrizioni di viaggio, un visitatore su tre proveniva dall’estero. Sono tornati gli operatori dal Regno Unito, oltre 1.800; 850 erano i nord-americani, e circa 1.100 dal Medio Oriente, oltre a 200 dal’India. Nutrita, come sempre, la rappresentanza italiana ed europea. Un elemento positivo era anche la presenza di una quantità cospicua di operatori provenienti dal settore dell’ospitalità, che testimonia il ritorno alla vita dell’industria del settore.

Scopri chi è Franklin Azzi, Créateur de l’Année a Maison & Objet marzo 2022

La mostra dedicata a Franklin Azzi

I trend nell’interior design a Parigi

Con 7 padiglioni e il nuovo percorso Maison&Objet In the City, la fiera ha riunito l’intero settore, grazie ai 1.811 brand presenti. Diverse novità, hanno permesso ai brand di mostrarsi agli operatori in modi diversi e innovativi. Elizabeth Leriche, François Bernard, François Delclaux e, per la prima volta, Julia Rouzaud, fondatrice di GoodMoods, hanno proposto i nuovi trend in allestimenti speciali. I brand che aderiscono alla piattaforma MOM, inoltre, hanno avuto il vantaggio della nuova visibilità offerta dai social media, Instagram, Facebook, LinkedIn, Twitter, Pinterest, WeChat, e ora anche TikTok.


L’architettura d’interni ha trovato diversi elementi di interesse a Maison & Objet, edizione speciale di marzo 2022. Il designer d’interni Tristan Auer, per esempio, ha progettato un Beach Club, per il padiglione di Mariage Frères, nella Hall 7. Il ristorante ‘La cuillière’ aveva la direzione di Paola Navone, e le decorazione di Daniel Rozenstroch; infine, le aree “What’s New”, esponevano le tendenze attuali.

Il prossimo appuntamento è con Maison & Objet, a settembre 2022, in un’edizione ricca di iniziative. La sezione dedicata ai giovani, Rising Talent Awards, sarà concentrata sui designer provenienti dai Paesi Bassi. Per completare il ritorno agli eventi in presenza, settembre 2022 vedrà anche il rilancio di Paris Capitale de la Crèation, che vedrà di nuovo Maison & Objet affiancata a diversi eventi che si svolgono in contemporanea a Parigi.

Alcune immagini della Galerie Signature Hall, a Maison & Objet marzo 2022