Un edificio per uffici, un nuovo spazio pubblico, un edificio intelligente di ultima generazione: Cube Berlin ospita spazi di lavoro all’avanguardia nel cuore di Berlino

cube-berlin.jpg

Un time lapse delle 24 ore della facciata del Cube Berlin rende bene come l’edificio rifletta la città, lo skyline, il mutare delle luci e del cielo, in un susseguirsi di riflessi frammentati. Progettato dallo studio danese 3XN, il “Cubo” di Berlino, che si trova in una delle piazze principali di Berlino, è un volume cubico di 42,5 metri, con superfici triangolari inclinate che spezzano l’uniformità delle facciate. Il risultato è un’intersezione di prismi, con facciate che cambiano aspetto a seconda della luce che vi si riflette. L’edificio è parte integrante del masterplan Europacity, e sorge nei pressi della stazione principale della città, nelle vicinanze del Reichstag, del parco Tiergarten e della cancelleria Kanzleramt.

cube-berlin.jpg
Cube Berlin occupa una superficie di 19.500 mq, e si distribuisce su 10 piani; i vari livelli ospitano uffici flessibili, un supermercato al piano terra, e una grande terrazza panoramica sul tetto.
Tra gli obiettivi del progetto vi è anche l’intrattenimento dei cittadini, che trovano nel Cube piazze e luoghi di incontro; Cube diventa così un catalizzatore di esperienze sociali, sia all’interno che all’esterno.

Cube Berlin: un edificio intelligente e panoramico

La terrazza sul tetto è ideale per pause e per godere della splendida vista sulla città. Oggi più che mai la flessibilità all’interno degli spazi di lavoro diventa una necessità, e gli architetti hanno organizzato gli ambienti attorno a un nucleo centrale; in questo modo, si possono unire le unità separate, attraverso atrii comuni. Definito come uno degli edifici più intelligenti in Europa, Cube Berlin permette alle persone di interagire attraverso una app, che incoraggia tutti a comportamenti sostenibili.

cube-berlin.jpg

La app permette di interagire con gli spazi di lavoro, controllando gli accessi, il riscaldamento o il raffreddamento; inoltre, si possono gestire le prenotazioni delle postazioni e i parcheggi, la ricarica di auto/biciclette elettriche e altro ancora. Il ‘digital brain’ archivia tutte le informazioni e in questo modo, edificio e utenti imparano l’uno dagli altri, migliorando l’efficienza complessiva.

Scopri il Padiglione degli Emirati Arabi a EXPO 2020 Dubai

La facciata completamente vetrata dell’edificio è altamente efficiente dal punto di vista energetico; la “pelle” è osmotica, e una pellicola applicata sul vetro esterno cattura energia dall’esterno. Tutti questi accorgimenti hanno permesso all’edificio di guadagnarsi la certificazione Gold DGNB (Deutsche Gesellschaft für Nachhaltiges Bauen). [Foto Adam Mørk]