Graz ospita, fino al 12 giugno 2022, l’undicesima edizione del Design Month Graz, un festival annuale per immergersi nel design contemporaneo austriaco

Foto Miriam Raneburger

Graz, Città del Design Unesco dal 16 marzo 2011, considera il design come uno strumento per dare forma alla città, ai servizi e ai nuovi prodotti. In questa ricerca, si valutano sia l’estetica, sia la praticità, la funzionalità e la sostenibilità. Graz è una città ambiziosa, dinamica e in continua evoluzione, dove architetture all’avanguardia, firmate da progettisti di fama internazionale, dialogano con edifici storici, vecchi di secoli. Nel centro di Graz troviamo, infatti, opere come la Kunsthaus, di Peter Cook & Colin Fournier, il Murinsel ,di Vito Acconci, l’Argos, di Zaha Hadid Architects, e il Mumuth di Ben van Berkel, UNStudio, solo per citarne alcune.

Green Transition è il tema del Design Month Graz 2022, che segue il progetto New European Bauhaus, un processo di trasformazione interdisciplinare a livello europeo. Grazie a New European Bauhaus, il settore creativo svolge una funzione fondamentale nella ricerca di strategie e soluzioni sostenibili per affrontare le sfide del futuro. Design Month Graz, dunque, presenta a un ampio pubblico l’importanza del design nella vita quotidiana, e il suo ruolo chiave nella società di oggi, dove la collettività acquista sempre più importanza.

Il Murinsel di Vito Acconci

Il Festival prevede un ricco programma di eventi, che animano la città di Graz per un intero mese. Nel Mese del design, si creano occasioni per socializzare e fare networking attraverso conferenze, workshop, visite guidate, mostre, installazioni, performance. Inoltre vi sono diverse iniziative indipendenti di designer, enti di formazione, università, industrie creative e imprese.

Scopri l’architettura austriaca al femminile

Argos di Zaha Hadid Architects