Il 21esimo Serpentine Pavilion è a cura di Theaster Gates, artista americano di Chicago, con Adjaye Associates

Dal 10 giugno al 16 ottobre 2022, Serpentine Galleries di Londra presenta Black Chapel, il 21esimo Serpentine Pavilion, progettato dall’artista di Chicago Theaster Gates. Theaster Gates è il terzo artista a realizzare il Serpentine Pavilion, dopo Olafur Eliasson con Kjetil Thorsen nel 2006, e Ai Weiwei con Herzog & de Meuron nel 2012. Le altre 20 edizioni sono state progettate da architetti di fama internazionale, che debuttavano nel Regno Unito con il progetto per la Serpentine Galleries.

Scopri tutti i Serpentine Pavilion, dal 2000 ad oggi

serpentine pavilion 2022

La Black Chapel di Theaster Gates, progettata con il supporto dello studio Adjaye Associates per la struttura architettonica, trae ispirazione da diversi archetipi dell’architettura. Gates, infatti, ha guardato alle strutture industriali dei forni per bottiglie di Stoke-on-Trent in Inghilterra e dei forni ad alveare degli Stati Uniti occidentali; ha esplorato la basilica di San Pietro con i tempietti romani; e infine, ha approfondito le strutture edilizie tradizionali africane, come le capanne di fango Musgum del Camerun e le tombe Kasabi di Kampala, in Uganda. Theaster Gates si è ispirato anche alla Rothko Chapel di Houston, in Texas, e ai suoi dipinti neri, che Rothko aveva realizzato appositamente per la sua costruzione.

Scopri il Serpentine Pavilion 2021, dello studio Counterspace

serpentine pavilion 2022

Serpentine Pavilion 2022: una struttura leggera e sostenibile

La Black Chapel delle Serpentine Galleries 2022, dunque, è un tempietto in legno dove domina il nero; è una struttura leggera, completamente smontabile, costruita con materiali sostenibili, completamente riutilizzabile. All’interno, sette pannelli appesi alle pareti accolgono dipinti che l’artista ha realizzato appositamente per questo progetto. In queste opere, Gates ricorda il mestiere del padre, che aggiustava i tetti, e ha usato la tecnica torch down, che richiede una fiamma aperta per riscaldare il materiale e fissarlo sulla superficie. Una campana di bronzo funzionante, recuperata dalla chiesa cattolica di Saint Laurence, a Chicago, si trova accanto all’ingresso del Padiglione. La campana aiuta a ricreare l’atmosfera sacra, con il suono tipico delle campane.

Scopri il Serpentine Pavilion 2019, di Junya Ishigami

serpentine pavilion 2022

Secondo Theaster Gates, il nome Black Chapel riflette le parti meno visibili della sua pratica artistica. Inoltre, accresce il significato di spazio di meditazione che deve assumere il Serpentine Pavilion, un luogo di tranquillità dove riposare dalle pressioni della giornata e trascorrere del tempo in tranquillità. Uno spazio collettivo, anche, partecipato e condiviso. Il Pavilion 2022 sarà smontato e ricollocato in uno spazio permanente, alla fine di questa stagione. Tutte le foto sono di Iwan Baan, courtesy Serpentine Galleries

Il Serpentine Pavilion è aperto fino al 16 ottobre 2022