Lo studio Migliore + Servetto premiato per il progetto Texturia Mari, alla Biennale dello Stretto 2022

“Texturia Mari – Metaprogetto per un museo itinerante e galleggiante a forma di nassa” dello studio di architettura e design Migliore+Servetto,  ha vinto il Premio Città Metropolitana di Reggio Calabria e Messina nella Categoria Design della Comunicazione. Il premio è un’iniziativa della “Biennale dello Stretto”, la biennale di architettura, design e arte attualmente in corso tra Reggio Calabria e Messina.

La “Biennale dello Stretto” ha promosso nel 2022 una call to action rivolta al mondo del progetto; architetti e designer erano invitati ad associare una “parola d’acqua” a una proposta progettuale, per raccogliere visioni future per quest’area del Mediterraneo.

La proposta vincitrice, “Texturia Mari”, dello Studio Migliore+Servetto, si articola intorno al concetto di identità; “Texturia Mari è un neologismo, una parola nuova che racchiude ricordi, storia e miti legati al Mar Mediterraneo. Si può tradurre con trame, incroci, memorie dei Mari, perché Mediterraneo è mille cose insieme. Non un paesaggio, ma innumerevoli paesaggi, non un mare, ma un susseguirsi di mari. Non una civiltà, ma una serie di civiltà accatastate le une sulle altre” raccontano gli architetti Ico Migliore e Mara Servetto.

Scopri la prima edizione della Biennale dello Stretto

biennale stretto migliore servetto

Una grande nassa raccoglie racconti e memorie nel Mediterraneo

La proposta progettuale “Texturia Mari” è una sorta di grande nassa galleggiante e itinerante; la nassa viaggia nel Mediterraneo e raccoglie storie inedite, per riscoprire luoghi dimenticati, ma carichi di vissuto e di fascino.

biennale stretto migliore servetto

Texturia Mari è il progetto di un museo itinerante dove il visitatore compie un viaggio nel museo, con i suoi racconti di culture differenti, e un viaggio attraverso il mare e i luoghi che hanno costruito quei racconti. Non solo un viaggio nella storia all’interno del museo – dove sono raccolti i racconti di culture, linguaggi e segni differenti – ma, essendo la nassa mobile, compie anche un viaggio attraverso il mare e i luoghi che hanno costruito quei racconti, raccogliendo di volta in volta, nuove storie e instaurando in ogni luogo nuove relazioni con il contesto. “Texturia Mari, conclude Ico Migliore, è, quindi, un amplificatore del patrimonio invisibile e della cultura locale.”

Il premio si aggiunge a una serie di importanti traguardi raggiunti dallo studio Migliore + Servetto nel 2022, tra cui due Red Dot Awards e la selezione nel prestigioso ADI Index Design. Importanti riconoscimenti per lo studio milanese, che quest’anno celebra i suoi primi 25 anni di attività, con oltre 500 progetti in 21 paesi.

Texturia Mari, insieme agli altri progetti vincitori, è parte della mostra “Le tre linee d’acqua” visitabile fino al 15 Dicembre nello spazio di Campo Calabro a Forte Batteria Siacci, Reggio Calabria.

Scopri la prima edizione della Biennale dello Stretto