Le profondità degli abissi in un tavolo-scultura

Questo tavolo è in grado di portare la maestosità delle profondità dell’oceano nella nostra casa.

Ispirato dal ‘grande blu’ delle acque oceaniche, Abyss Dining Table è un tavolino da caffè realizzato dall’artista londinese Christopher Duffy,: non solo un pezzo d’arredo ma anche una scultura d’arte che sicuramente dona un tocco in più a qualsiasi ambiente. Sembra talmente veritiero che invita incessantemente a tuffarsi e perdersi in questa gamma variegate di colori dall’azzurro al blu scuro, come i colori delle differenti profndità del mare.

Dopo quasi un anno per sviluppare il progetto e sperimentare i diversi materiali, il risultato è un tavolino in legno di alta qualità intagliato con grande arte e doti artigianali.

 


Il nuovo campus di co-working Google @ Madrid

Google ha scelto la capitale della Spagna come sede per la suo sesta sede; dopo il successo della prima avventura/esperienza di co-working di Google, con Campus London, il brand ha ampliato questa tipologia anche a Tel Aviv, Seoul, Varsavia, San Paolo e ora Madrid.

Il progetto di Madrid, firmato dallo studio londinese Jump Studios, è stato realizzato in una ex fabbrica costruita nel 1800, che è stata accuratamente ristrutturata per garantire un ambiente stimolante e funzionale per i suoi ‘ospiti’ , un totale di 7.000 tra cui 50 compagnie start-up. Nel tentativo di migliorare la circolazione all’interno dell’area, introdurre più luce naturale e consentire l'accesso a una piazza pubblica, Jump Studios ha installato un nuovo ingresso sul lato sud del palazzo di cinque piani. I visitatori entrano nell'edificio attraverso la caffetteria del campus, dove vengono accolti da un suggestivo e colorato dipinto/murales sopra il bancone realizzato dall’illustratore spagnolo Ricardo Cavolo.

Il lato nord del Campus comprende un ampio auditorium molto luminoso grazie alle grandi – quasi a parete totale - vetrate. Per mantenere quel senso e quel tocco del suo passato industriale, lo studio ha conservato parte della struttura interna originale dell'edificio, modificando ed aggiungendo alcune soluzioni per rendere lo spazio funzionale e moderno. Il secondo e il terzo piano ospitano gli uffici dei dipendenti di Google, dotati di angoli appositi per riunioni private, ognuna contraddistinta da una tavolozza di colori unica ispirata da famosi artisti spagnoli, tra cui Picasso e Joaquín Sorolla y Bastida.

 


HOMI FOOD: il food incontra il design

HOMI presenta la seconda edizione di HOMI FOOD, un’area dedicata alle produzioni agroalimentari di qualità con una forte connotazione di ricerca sia nel prodotto, sia nel packaging.

Veri e propri “oggetti” che si ispirano al mondo del design, che esplorano nuove forme del gusto e che danno vita a originali e stuzzicanti idee regalo. Un progetto pensato per le aziende in grado di intercettare le richieste più dinamiche del mercato attuale e che puntano a differenziare i canali di distribuzione e a cogliere una domanda innovativa.

PADIGLIONE 4 - FieraMilano Rho.

29 gennaio - 1 febbraio 2016


HOMI Milano: piattaforma degli stili di vita

HOMI, il Salone degli Stili di Vita, è pronto a ospitare le più interessanti idee di design per la casa e per la persona, offrendo agli operatori una piattaforma dedicata, in grado di anticipare gusti e tendenze e proponendosi come palcoscenico per i prodotti di stile punto di riferimento per il retail e fonte di ispirazione per i creativi.

In programma a fieramilano dal 29 gennaio al 1 febbraio 2016, HOMI è così giunto alla sua quinta edizione, che si preannuncia la più vivace e ricca di proposte, quella che guarda alla primavera che fiorisce, come le proposte e le idee.

I satelliti tematici - Living Habits, Home Wellness, Fragrances & Personale Care, Fashion & Jewels, Gifts & Events, Garden & Outdoor, kid Style, Home Textiles, Hobby & Work – si confermano protagonisti della mostra, insieme alle diverse aree speciali ed eventi di HOMI, sempre indirizzati al business, alla convivialitàe alla sperimentazione.

Non mancheranno gli appuntamenti di formazione dedicati a retailer, progettisti, architetti di interni, creatori di accessori per la persona e a tutti i professionisti che trasformano il bello in esperienza concreta da vivere, abitare e indossare.

Vi aspettiamo: pad. 10 stand n° C38 – D37.


ARTEMIDE VINCE IL WALLPAPER* DESIGN AWARDS 2016

Il progetto Spectral Light, nato dalla collaborazione tra Artemide e l’architetto Philippe Rahm, vince il Wallpaper*Design Awards 2016 come “Best Bright Ideas”. È una luce in grado di rispondere ai nostri bisogni biologici e fisiologici, rispettando l’ambiente, esplorando la scomposizione dello spettro luminoso per creare una luce che “fa star bene”.

Presentato ad Euroluce 2015, i “raggi artificiali” inseriti nella parte superiore della lampada veicolano le diverse lunghezze d’onda i cui colori restano visibili, come in un “ impressionismo elettromagnetico”. Nella parte inferiore traslucida le onde si mescolano sfumando, per addizione cromatica, nel bianco.

L'incontro con Philippe Rahm e il suo pensiero è la naturale prosecuzione del percorso di ricerca e innovazione che da sempre Artemide sviluppa sulla sostenibilità, sulla percezione psicologica e fisiologica della luce.

Il Wallpaper*Design Awards è il premio annuale che viene assegnato dalla rivista Wallpaper* a persone, luoghi, prodotti e idee particolarmente innovativi e destinati a fare tendenza.

 


Preparare il tè diventa non è mai stato così rilassante...

Un accessorio elegante che rende il ‘semplice’ gesto di preparare e servire il tè in un’esperienza visiva differente per gli appassionati e i degustatori di infuse e tisane: è la teiera ideate dal designer finlandese Nikolo Kerimov.

Ispirata dalla e alla natura, in particolare dalla pioggia che cade su un paesaggio montuoso, il suo design minimalista eleva il processo della preparazione del tè ad un altro livello, permettendo agli utenti di apprezzare i gesti con occhi differenti e in un modo rilassante prima di gustare la bevanda calda.

Semplice nella forma e nel material utilizzato, la teiera è composta da vetro, sughero e ceramica. Il tappo viene ‘incastrato’ nella base di vetro – il contenitore vero e proprio – caratterizzato da un lungo manico, un beccuccio corto e una apertura nella parte superiore per il filtro.
 


Facciata 3D per l'edificio UE @ Amsterdam

Lo studio di architettura DUS Architects  ha recentemente completato la facciata dell’Europe building di Amsterdam, l’edificio che ospiterà le riunioni della Presidenza dell'Unione europea per i primi sei mesi del 2016. Nulla di eccezionale e particolare se non fosse che la facciata tridimensionale, riciclabile e caratterizzata da vele bianche è stata modellata e realizzata con stampanti 3D.

A dominare l'esterno sono pannelli verticali in tessuto elastico a forma di ‘vele’, un riferimento ai velieri storicamente costruiti nella zona, che funzionano come delle nicchie al cui interno sono presenti delle poltroncine blu per permettere agli ospiti e ai passanti di sedersi e riposare. Di notte sia l’edificio sia le ‘vele’ vengono illuminate con una luce pulsante, andando a creare uno spettacolo luminoso.

La facciata è stata sviluppata in un arco di tempo molto breve, grazie alla stretta collaborazione tra DUS (progettazione/design), Actual (stampa 3D), Neptunus (per le strutture temporanee), TenTech (ingegneria), Henkel (sviluppo del materiale), Philips (illuminaione) e Heijmans (costruzione e montaggio).

 


Questo orologio interattive permette di giocare con la luce

Questo struttura circolare non è un semplice 'quadro' da appendere ed abbellire un angolo di casa, infatti è lo sfondo su cui la luce prende forma per mostrare l’ora. Si, è un orologio analogico dal nome Shadowplay, ideato dal collettivo di designer Breaded Escalope, formato da un anello di compensato con dei LED che prendono vita non appena si tocca la superficie: basta mettere il dito sul centro del ring, et voilà! Il tocco attiva dei sensori i quali danno origine all’ora esatta emettono una luce soffusa.

Il fine ed il gioco voluto dai designer risiede nel rendere interattivo questo oggetto, per il quale l'intervento umano è la componente più importante.
 


il tavolo TL by Bonaldo vince il Good Design Award

Nuovo prestigioso riconoscimento per Bonaldo: il tavolo TL firmato da Giuseppe Viganò è stato premiato con l’autorevole Good Design Award 2015, il premio organizzato dal Chicago Athenaeum - Museo di Architettura e Design - in collaborazione con lo European Centre for Architecture, Art, Design and Urban Studies, è uno dei premi dedicati al design maggiormente riconosciuti a livello internazionale.

Per l’edizione 2015, il Chicago Athenaeum ha ricevuto migliaia di lavori provenienti da oltre 47 paesi. Tra questi, un’autorevole giuria di esperti ha selezionato 900 progetti da oltre 38 nazioni, giudicati delle eccellenze nell’ambito del design e premiati con il prestigioso riconoscimento. Tutti i prodotti e i progetti grafici vincitori saranno pubblicati nell’Annuario Good Design 2015-2016.

Il tavolo TL  è disponibile nelle versioni fissa e allungabile. La base può essere in acciaio verniciato, oppure con finitura rame, ottone o decapato. Il piano è disponibile in legno laccato (bianco o grigio antracite opaco), in noce canaletto, rovere spazzolato (naturale o termotrattato), noce massiccio, cristallo (extrachiaro acidato bianco o acidato nero) o ceramica. La particolare base centrale è formata da due elementi inclinati che, insieme al piano, formano le due lettere T e L. L'insieme del basamento e del piano è caratterizzato dalla nitidezza delle forme e dalla grandezza degli spessori, tanto da creare un forte impatto visivo.

 


Un tavolo che sfida la legge di gravità

Ispirato al film campione d'incassi del 2010 Inception, il designer di Cipro Stelios Mousarris ha sfidato le leggi di gravità creando ‘Wave City’, un tavolino da caffè surreale che fa riferimento a una scena-rompicapo in cui i personaggi si rendono conto che le leggi dell'universo non si applicano più all'interno del mondo dei sogni.

Realizzato con un mix di legno, acciaio e tecnologia di stampa 3D, il design illustra una dettagliata pavimentazione urbana di grattacieli che si curvano e si ripiegano su se stessi, per poi capovolgersi e ripiegarsi a testa in giù.

Un pezzo ad edizione limitata, il tavolo ha dettagli laboriosi e realistici, tanto da sembrare la città stessa… attenzione!