Camper apre all'outlet Fidenza Village

Il nuovo negozio del brand di calzature Camper, al Fidenza Village, ha un efficace progetto di merchandising e richiama simboli delle scarpe

Showroom Camper

Il marchio Camper_IT inaugura, presso il centro commerciale italiano Fidenza Village (www.fidenzavillage.it), un nuovo negozio-outlet progettato dall’ interior e industrial designer Francesco Rifè. Ogni parte dello spazio commerciale è pensata per simboleggiare la calzatura, dalle geometrie e grafiche dell’arredo ai dettagli delle corde che richiamano i lacci delle scarpe. Francesco Rifè, dal suo studio a Barcellona, ha infatti lavorato su proporzioni geometrico-spaziali che ricordano il savoir-faire artigiano.

Stile minimalista con materiali naturali tradizionali applicati in modo moderno al concetto visual ed espositivo della vendita. Uno spazio dalle grandi altezze con una scala e il bancone centrale metallici, che spiccano sull’insieme.

Fanno da arredo di contorno, le piastrelle grafiche di terracotta proiettate su pavimenti e pareti, le scaffalature in acciaio dove protagonista è il prodotto, luci led e lampade decorative per illuminare l’insieme. [Text Barbara Tassara]


11 idee per affrontare Halloween con stile!

Meno 7 giorni a Halloween, ma attenzione a non cadere nel Kitsch: ecco oggetti e decori di design che (più che paura) esprimono stile. E l’arancione è un colore caldo e trendy

Set di attrezzi per decorare la zucca (Triangle distribuito da Schoenhuber)

Sei fan di Halloween ma non vuoi scadere in decori dozzinali? Oppure non t’importa molto della festa angloamericana della zucca, ma vuoi dare alla tua casa un tocco di décor autunnale? Ispirati ai nostri consigli e non fallirai! L’abitudine più tradizionale è senz’altro quella di intagliare la zucca per farne una lanterna, quest’anno però abbandona occhi a triangolo e bocca sdentata, buttati su pattern geometrici anche irregolari.

Collezione Wunderkammer (Diesel Living with Seletti)

D’altronde la moda dark ha invaso anche la casa e questo vale per tutto l’anno: teschi glitterati come posacenere, simboli arcaici e luci spettrali. Invece come colore l’arancione vivace riscalda e immette energia in un ambiente, dal plaid sul divano al copripiumino; dalle tende al tappeto a pelo lungo stile Anni Settanta, osalo e dosalo.

Fatevi anche trovare pronti quando i ragazzini del quartiere suoneranno al vostro campanello per chiedervi insistentemente: “Dolcetto o scherzetto”, se proprio volete lasciarli senza fiato preparate voi stessi dei biscotti ma a forma di bara, di zucca o di cappello di strega, con gli stampini appositi non ci metterete molto tempo.

Stampino per biscotti, cm 8h, di Birkmann distribuito da Schoenhuber

Stampino per biscotti, cm 8h, di Birkmann distribuito da Schoenhuber

E se l’arancione non vi va proprio a genio, potete sempre ricorrere ad oggetti in bianco&nero o metallici o addirittura dorati. Halloween è la festa delle esagerazioni, e un pizzico di glam vivacizza in modo attuale gli interni minimal.


Cersaie 2018: la forza delle tendenze per la ceramica

Il mondo della ceramica da rivestimento e del bagno guarda ogni anno alla fiera italiana Cersaie, come punto di riferimento per novità e tendenze

Visto dall'alto, lavabo 'pittorico' in graniglia di Globo

Visitata da 112.000 professionisti, provenienti da tutto il mondo, anche l’edizione di quest’anno di Cersaie (svoltasi a Bologna, Italy dal 24 al 28 settembre 2018), rappresenta non solo un successo, ma un vero e proprio appuntamento d’obbligo capace di determinare certamente le tendenze nel vasto mondo della ceramica da rivestimento

Parete rivestita con un unico pezzo di ceramica on demand, decoro Tropik, di Fuori Formato

I rivestimenti rappresentano un settore che per decori, tonalità e formati sicuramente detta tendenze al ritmo della moda, o quasi. Ma anche nei settori dei sanitari, dei parquet, della carta da parati, dei complementi d’arredo e dei mobili da bagno; in pratica, tutto il mondo dell’arredobagno, non sono mancate le novità sia estetiche sia funzionali.

A parete decoro musivo in formati speciali Diamond Tortora di Mosaico+

Un ricchissimo programma di incontri, dibattiti, workshop e mostre ha poi contribuito a concretizzare il tema della cultura dell’abitare che è il filo conduttore, insieme al rapporto fra superfici e architettura, delle ultime edizioni di Cersaie. L'appuntamento per la prossima edizione di Cersaie è dal 23 al 27 settembre 2019. [Text Claudio Moltani]

Composizione arredobagno Sense di Ideagroup

 

 


Intervista a Mauro Gasparo di Fantoni Group -

Intervista a Mauro Gasparo Export Manager di Fantoni Group


A Zermatt apre la funivia tech più alta al mondo

La stagione della neve 2018/19 parte alla grande sulle Alpi svizzere con 'Matterhorn glacier ride' panoramica funivia a 3 funi, progetto Pininfarina

'Matterhorn glacier ride'è un ardito progetto nel quale ingegno, innovazione e tecnologica si incontrano ad alta quota, sfidando la natura, per rendere accessibile a tutti la vetta più alta d’Europa e offrire un panorama a 360° sui più grandi ghiacciai delle Alpi e 38 spettacolari vette di tre Paesi.

Matterhorn glacier ride, Zermatt

Il 29 settembre 2018 è stata inaugurata a Zermatt, in Svizzera, la funivia trifune più alta del mondo, progettata da Pininfarina e realizzata dall’azienda costruttrice di impianti a fune Leitner Spa  per Zermatt Bergbahnen AG, che collega le stazioni Trockener Steg e Matterhorn glacier paradise (Piccolo Cervino), a 3821 metri di quota.

Nuova stazione a monte del Matterhorn glacier ride

La nuova funivia 3S (trifune) Leitner ropeways, che va ad affiancarsi a quella già esistente, permette di raggiungere il Matterhorn glacier paradise in modo ancora più veloce e confortevole, trasportando fino a 2000 persone all’ora e garantendo il funzionamento degli impianti 365 giorni all’anno.

Cabina con cristalli Swarovski, Matterhorn glacier ride, Zermatt

Particolarità del nuovo Matterhorn glacier ride sono le due nuove stazioni. In particolare la stazione a monte, caratterizzata da un design sobrio e minimalista: un volume di vetro leggero e trasparente la cui forma angolare e cristallina ricorda un blocco di roccia modellato dalle forze della natura, armoniosamente integrato nel panorama alpino.

Matterhorn glacier ride, Zermatt

Delle 25 cabine totali della nuova funivia, quattro sono impreziosite con cristalli Swarovski per rendere il viaggio verso il Matterhorn glacier paradise ancora più esclusivo. [Text Arianna Callocchia - Photo © Leitner Spa, Zermatt Bergbahnen AG]


#Youngtalents: HIROTO YOSHIZOE

Negli ultimi due anni, lo spatial designer giapponese Hiroto Yoshizoe si è ispirata a elementi primitivi quali acqua e luce

Hiroto Yoshizoe

Nella sua prima esibizione milanese presenta la collezione ‘1.625 m/s2’, un originale paralume che gioca sulla relazione tra sole e luna. 1.625m / s2 pone l’accento su elementi quali Tempo, Cambiamento e Movimento, ovvero i temi chiave dell’estetica progettuale di Hiroto.

Collezione ‘1.625 m/s2’

Come la luna, questa lampada riceve luce dagli ambienti esterni per brillare dolcemente. Ha un utilizzo flessibile e la sorgente luminosa si regola in base alle esigenze dell’utente.

La forma è stata progettata calcolando minuziosamente il contrasto tra bianco e nero, al fine di rendere la luce più coinvolgente. Perché in ultimo la bellezza della luna è accentuata proprio dall’oscurità della notte.

www.hirotoyoshizoe.com

1.625_moonsun

'L'Astemia Pentita' la prima cantina pop

I vini italiani hanno un nuovo luogo d’eccellenza: la cantina ‘L’Astemia Pentita’ di Sandra Vezza che, da proprietaria di Gufram, l’ha voluta pop e all design

La cantina 'L'Astemia Pentita' ultra moderna e in vena pop, rivestita con il macro pattern di foglie di vite. Misura 8.200 mq, cioè otto volte tante l'edificio fuori terra.

A Barolo, terra dei vigneti più pregiati delle Langhe, nel Nord Italia, Sandra Vezza ha inaugurato ‘L’Astemia Pentita‘, azienda vitivinicola di 30 ettari con cantina innovativa e dirompente, realizzazione del sogno di una vita.

Sandra Vezza sulla maxi poltrona 'Mickey dei Sogni' di Gufram, disegnata nel 1972 da Studio 65, rende l'idea del fuori scala!

Salendo lungo la dolce collina dei Cannubi, fra filari ordinatissimi dagli splendidi colori autunnali, si è colpiti da due ‘cassette’ per il vino decisamente over-size, sovrapposte, decorate con elementi grafici tipici dei contenitori per vini: sono la scultorea cantina ‘L’Astemia Pentita’, progettata dall’architetto Gianni Arnaudo con un’estetica esterna controcorrente. Due parallelepipedi di cemento rivestiti in legno ospitano, fuori terra, wine shop, sala degustazione e ricevimento ospiti.

La cantina 'L'Astemia Pentita' sorge tra i colli e i pregiati filari di vite di Barolo, territorio Patrimonio Mondiale dell'Unesco, in Piemonte (Italy)

I 400 metri quadrati dei volumi esterni sovrastano la parte ipogea della cantina, sviluppata su due piani per i 3200 metri quadrati che custodiscono tutte le fasi del processo produttivo. Un sistema ‘a caduta’ dall’alto verso il basso accompagna la distribuzione degli spazi, abbelliti da decorazioni che richiamano vendemmia, imbottigliamento, stoccaggio e confezionamento delle bottiglie.

Il passaggio dalla cantina di 'L'Astemia Pentita' verso l'esterno'

I materiali naturali come rafia, corda o sottilissima ghiaia, utilizzati per gli interni, sono quelli tradizionali, scelti da Sandra Vezza, titolare e ideatrice di ‘L’Astemia Pentita’. Lei stessa si è convertita al piacere e al gusto dei vini, ha perfino progettato delle bottiglie, omaggio alle persone, raffigurando gentiluomini e dame in abito elegante; e gli espositori, sagome fuori scala di bottiglie tagliate a metà.

Sala di 'L'Astemia Pentita' con espositori disegnati da Sandra Vezza e poltrone Chignon, design LucidiPevere 2017 per Gebruder Thonet Vienna

“Dinamica anche da ferma”, (così la nonna la descriveva da bambina), Sandra Vezza, grande passione per arte, design, architettura, ha voluto allestire la cantina con audacia contemporanea, accostando la calda estetica della sedia Leggera di Giò Ponti o le poltroncine Chignon di LucidiPevere ad alcuni pezzi iconici di Gufram, marchio da lei stessa acquisito nel 2012, tra cui spiccano il Cactus, il divano Bocca, la poltrona Roxanne, la poltrona gigante Mickey dei Sogni.

Il Barolo Cannubi DOCG di 'L'Astemia Pentita'

Partita molto giovane con la direzione dell’azienda di gelatina alimentare e farmaceutica fondata dal marito; impegnata nel mondo del design con lo storico e irriverente marchio Gufram, ora Sandra Vezza completa il cerchio del Made in Italy, dedicandosi, davvero da astemia pentita, all’ottimo vino della sua terra, producendo dieci etichette, tra cui Barolo Cannubi DOCG, Langhe Nebbiolo, Barbera, Dolcetto d’Asti, Riesling o il poco conosciuto Nascetta, frutto del recupero di vitigni autoctoni. [Text Giulia Bruno – Photo Delfino Sisto Legnani e Marco Cappelletti]

Bottiglie iconiche da collezione, ideate da Sandra Vezza, che raffigurano un uomo e una donna in abiti da sera: il maschile e il femminile del vino

La cantina ‘L’Astemia Pentita’ è visitabile su appuntamento, a Barolo in via Crosia 40; apertura wine shop lun/dom h 10-18.30


La nascita di una fragranza, O'Driù Perfumes -

Angelo Orazio Pregoni ci apre le porte di casa sua, raccontandoci come nasce un profumo e cosa si nasconde dietro il mondo di O’Driù


DxD 2018: a Dubai il design si prende tutta la scena

A novembre 2018 la Dubai Design Week e la manifestazione commerciale Dowtown Design attraggono 'design addicted' dai Paesi arabi e dal mondo

Dubai Design District: designer degli Emirati Arabi Uniti (UAE)

Per il quarto anno si tiene il festival Dubai Design Week 'dxd', dal 12 al 17 novembre 2018, mentre in parallelo si svolge la manifestazione commerciale Downtown Design  dal 13 al 16 novembre. Entrambi gli eventi confermano Dubai, capitale degli Emirati arabi, come centro propulsivo per il design in e dal Medio Oriente.

Abwab (porte in arabo): i cinque padiglioni progettati da Architecture + Other Things per la Dubai Design Week 2018

Il programma di 'dxd' comprende quest'anno 230 eventi nel 'd3' (Dubai Design District) e diffusi nella città; con la partecipazione di 120 aziende per un incremento totale del 20% sull'edizione 2017 che aveva registrato, nel solo D3, sessantamila visitatori. E nel 2018 viene lanciata, per la prima volta, l'App che permette ai visitatori di personalizzare i propri giri e di essere avvisati per eventi e appuntamenti.

Vista interna di Abwab 2018, quinte in materiali naturali di recupero e riciclati

Punto d'incontro per il mondo globale del design, dxd nel 2017 ha registrato 60mila visitatori, solo nel D3 (membro di Tecom Group che, con Dubai Holding, è un facilitatore per business strategico, suddiviso per settori). Il District è fisicamente un hub per il numero crescente di progettisti e creativi dell'area geografica estesa circostante: conta infatti 450 partners dagli architetti ai fotografi, dagli interior ai fashion designer; comprende inoltre 45 negozi. Vi si possono visitare le mostre 'UAE Design Stories: The Next Generation from The Emirates' e 'Design for Good'. Infine offre, per una pausa, il Block 3, per il relax sulla 'spiaggia urbana' ma anche per fare skating o climbing!

The Mesh, design Roudha al Shamsi

Spostandosi a Downtown Design si ha la gradita sorpresa di trovare più di 175 negozi di premium brand arabi e internazionali. La novità è Downtown Editions un'esposizione di pezzi in edizione limitata o bespoke design (il 'su misura' inteso in senso innovativo), frutto dei talenti degli Emirati ma provenienti anche da Amman, Beirut e Casablanca. Inoltre, seguendo il tema 'Città vivibili', sarà realizzato un giardino indoor dai designer del paesaggio Studio Desert Ink. Sempre sulla questione ambientale 'Global Grad Show 2018' riunisce invenzioni per il cambiamento provenienti da 100 università top nel mondo.

Installazione di Abet Laminati, design Paola Navone, a DxD 2018

Per l'elenco completo delle mostre, talks e workshop, nonché i concorsi (che vedranno la premiazione durante la Dubai Design Week) si rimanda al sito www.dubaidesignweek.ae. La Dubai Design Week è proprietà di Art Dubai Group (che si occupa anche di gestirla) e si tiene sotto l'alto Patronato della Sceicca Latifa bint Mohammed bin Rashid Al Maktoum, vice-chairman di Dubai Culture and Arts Authority. [Lucia Bocchi]

Tie-in, design Abdulla AlMulla architetto degli Emirati, al Dubai Design District

SICIS, a mosaic world -

Il mosaico made in Italy apprezzato in tutto il mondo. SICIS si distingue per la grande attenzione ai dettagli, per la creatività e cura del progetto