Conclusa la 60esima edizione del Salone del Mobile.Milano

Conclusione positiva per la 60esima edizione Salone del Mobile.Milano

Il Salone del Mobile.Milano, tornato in presenza e nella versione completa dopo un’assenza di tre anni, ha registrato 262.608 presenze; il 61% di visitatori erano provenienti dall’estero, da 173 Paesi. Anche se lontano dal record di 434.000 del 2018, il numero dei visitatori dell’edizione 2022, la prima dopo la pandemia, conferma la vitalità del Salone del Mobile e della Milano Design Week. Fuorisalone e Salone del Mobile, insieme, infatti, hanno totalizzato circa 400.000 presenze nella città di Milano. Su tutti, pesava l’assenza quasi totale di cinesi e russi che, nel 2019, contavano più di 42.000 presenze.

Scopri tutto sul Salone del Mobile.Milano

salone-mobile-design.jpg

“Un risultato importante che dimostra il buono stato di salute del Salone del Mobile, e testimonia come la capacità di lavorare in squadra di un intero settore possa produrre eccellenza, con grandi risultati anche nei momenti più complessi a livello internazionale” commenta Maria Porro, Presidente del Salone del Mobile. “Confidiamo che quest’edizione abbia dato nuova carica al settore e a Milano, e che tutti abbiano percepito l’entusiasmo e la volontà di offrire un’esperienza globale e consapevole, in cui quello che conta sono le idee e lo scambio culturale”, conclude la Presidente.

salone-mobile-design.jpg

Un Salone del Mobile off e on line

La conferma del successo del Salone del Mobile.Milano e della Milano Design Week arriva anche dal successo della piattaforma di comunicazione. Sito, newsletter, app, push e social network (Instagram, Facebook, LinkedIn, Twitter, Pinterest, Youtube). Sul fronte social, gli oltre 50 mila contenuti generati dalla community hanno raggiunto 13,5 milioni di account; 600 mila le views video, 120 mila le interazioni con i contenuti e 25 milioni le impression. Solo nell’ultima settimana, il sito ha registrato 4,8 milioni pagine viste con una media di 100 mila utenze giornaliere (69,2% dall’Italia, 30,8% dall’estero) e un incremento del 42% di nuovi utenti registrati alla piattaforma. [Foto courtesy Salone del Mobile.Milano]

Un’ulteriore conferma del successo dell’edizione 2022, seguita anche da chi non poteva essere presente. Il Salone del Mobile.Milano torna dal 18 al 23 aprile 2023.

salone-mobile-design.jpg


Diario della Milano Design Week/Giorno 3

Mercoledì, 8 giugno, secondo giorno di Salone del Mobile.Milano

Electrolux sta conducendo un progetto di ricerca, per elettrodomestici che aiutino a risparmiare cibo e risorse. Il programma GRO si basa su un diverso modo di conservare gli alimenti, che incoraggia a mangiare più vegetali, meno proteine animali, conservando meglio tutto il cibo. La cucina GRO ha una dispensa-frigorifero in moduli componibili, un grande piano a induzione e un piccolo forno.

Vedi il diario della Milano Design Week/Giorno 1

Dalla Colombia, gli arredi per esterni Ames, con materiali naturali e tecnologici.

La vasca Ofuro, di Carlo Colombo per Antoniolupi, è perfetta sia indoor che outdoor.

Al Salone del Mobile.Milano, la cucina Lago, tra geometria e tecnologia.

Allo stand Maruni, i designer Jasper Morrison (a sinistra) e Naoto Fukasawa (a destra)

 

Lo stand Maruni al Salone del Mobile.Milano 2022

Il tavolo in 100% alluminio di Opinion Ciatti

A Eurocucina 2022, Ornare. La cucina con finitura in oro che vira al bronzo, è di Ricardo Bello Dias per Ornare, un brand brasiliano.

Un Salone del Mobile sempre più internazionale. Dalla Colombia, tessuti e tappeti naturali con un'anima tecnologica di Verdi.

Lualdi trasforma le pareti in elementi di arredo e strutturali al tempo stesso.

 

Le proposte di arredamento Kriptonite

Nella Galleria Manzoni, Alessi 100-001, una mostra che spiega i valori Alessi nei suoi 100 anni. I 12 valori sono rappresentati da diversi prodotti, esposti in 12 stanze progettate da Michele De Lucchi -AMDL studio.

A fianco, sempre nella Galleria Manzoni, Alessi ha dedicato un'installazione, a cura di Studio Temp, alle nuove posate progettate da Virgil Abloh, e dal suo studio londinese Alaska Alaska, che sono lo 001, ovvero il primo progetto dei prossimi 100 anni.


Diario della Milano Design Week/Giorno 2

Martedì, 7 giugno, primo giorno di Salone del Mobile.Milano

Harria, di Viviana Maggiolini e Giorgio Bonaguro, è una nuova collezione di vasi e fermalibri disegnata per per Giorgetti Atmosphere, la collezione di oggetti che completa l'arredamento di Giorgetti. La serie si ispira alle opere dello scultore spagnolo Chillida, scultore che proviene dall'architettura. I tre vasi monofiore possono diventare anche portacandele; grazie alla loro forma geometrica, si possono accostare per costruire una piccola scultura. La scultura, con un semplice gesto, si scompone di nuovo in tre. Oltre ai vasi monofiore, la collezione Harria comprende i fermalibri, anch'essi in marmi diversi, rosso Lepanto, nero Marquina e Calacatta.

Vedi il diario della Milano Design Week/Giorno 1

Vasi Harria, di Viviana Maggioli e Giorgio Bonaguro per Giorgetti
Vasi Harria, di Viviana Maggioli e Giorgio Bonaguro per Giorgetti

Clei, nota per i suoi arredi trasformabili, ha presentato diverse proposte di pareti per ottimizzare lo spazio. Una parete libreria, per esempio, può contenere anche una scrivania. Con un movimento semplice, e senza movimenti complessi, la stessa parete gira su se stessa e rivela un comodo letto matrimoniale. Il letto può essere richiuso anche con lenzuola e coperte, ma senza cuscini.

La parete Clei completamente chiusa
La parete Clei in versione scrivania aperta

 

La parete Clei in versione letto matrimoniale

Desalto ha arricchito la collezione Strong con un divano a due posti e una poltrona. Di Eugeni Quitllet, Strong Special resiste bene anche all'esterno

Strong Special, di Eugeni Quitllet per Desalto 

Da Flou, il divano Fiocco, di Pinuccio Borgonovo, è un divano che ci compone con molta facilità. Gli elementi base sono sette, e includono due moduli chaise-longue e un modulo di forma pentagonale. La componibilità permette di ottenere diverse configurazioni. I cuscini, molto ampi, servono sia come schienali sia come braccioli, sono disponibili in due altezze, e fissati alle basi, con sostegni in metallo curvato a "U".

Una tendenza 2022, è il ritorno dello scrittoio in ambienti residenziali. Questo, con sottomano in cuoio intercambiabile e panca con sedile rivestito in cuoio intrecciato, è di Ritzwell, azienda giapponese. In legno massello e intrecciato a mano, si inserisce con facilità in qualsiasi stile di arredamento.

Al Fuorisalone, installazioni, luci e cucine

Installazione Hypernova, al Superstudio Più, un progetto della designer Sara Ricciardi per glo (marchio registrato).

Divine Inspiration è la nuova collezione di luci progettata da Lee Broom per il suo brand, Lee Broom. Presso Blindarte, in via Palermo 11, è esposta anche la luce Altar, in rovere intagliato.

Louis Poulsen ha presentato le sue novità presso la pasticceria Taveggia, una pasticceria storica di Milano che ha appena riaperto, dopo un restauro.

Il tema della nuova serie di elettrodomestici LG Signature, presentati nello showroom Signature Kitchen Suite, è il sottopiano. Qui, la cantinetta, che nonostante le dimensioni ridotte, può contenere 41 bottiglie, conservate in condizioni perfette.


Diario della Milano Design Week/Giorno 1

Lunedì 6 giugno, giorno 1

Da oggi, e per tutta la settimana, Designdifffusion.com attiva una programmazione speciale per la Design Week di Milano, e ogni giorno pubblicheremo immagini di prodotti ed eventi visitati durante il giorno. Qui, alcuni prodotti ed eventi dagli showroom di via Durini, del centro, di Brera. Seguiteci tutti i giorni e buona Milano Design Week.

Leggi la Guida alla Milano Design Week 

Acerbis, il rilancio

Da Acerbis, in via Durini, presso lo showroom Salvioni, Mirror Reflections, un’installazione con i prodotti della collezione Remasters, che rende omaggio ai grandi Maestri che fanno parte dell'heritage di Acerbis. L'installazione, progettata dai direttori creativi Francesco Meda e David Lopez Quincoces, è un omaggio a Nanda Vigo, che collaborò con Acerbis dagli anni ’70. L'installazione è un gioco di specchi che trasformano lo spazio in un incrocio di frammenti e distorsioni, con la geometria grafica del sistema Life di Roberto Monsani, e la sedia Med di Lodovico Acerbis e Giotto Stoppino.

Leggi anche Lodovico Acerbis, le icone del Made in Italy 

Via Durini e dintorni, Milano Design District

 

Da B&B Italia, la nuova poltroncina Pochette, di Piero Lissoni.

Porro ha ridisegnato l'architettura della casa, grazie a sistemi di arredamento che integrano tutta la tecnologia necessaria al funzionamento; luci e cablaggi scompaiono all'interno dei mobili. Inoltre, il sistema Glide, di Piero Lissoni, rende lo spazio fluido e flessibile, facilmente trasformabile.

Il tavolo Materic, di Piero Lissoni per Porro, è in legno di recupero, con una finitura totalmente naturale, che richiede una tecnologia estremamente sofisticata, e robotizzata.

Design nello showroom Salvioni, un punto di riferimento a Milano per il design del distretto di via Durini. Le terrazze ospitano le collezioni Talenti; qui, il divano Salinas, ispirato alle saline del Mediterraneo.

Da Cassina, la collezione di oggetti con Ginori 1735, a cura di Formafantasma

La poltrona Soriana, disegnata da Afra e Tobia Scarpa per Cassina nel 1969, oggi è proposta in un nuovo rivestimento in jeans sbiadito, in edizione limitata. La novità è che per la sabbiatura del tessuto non si usa la pietra pomice, ma si usano gusci di noce, più rispettosi dell'ambiente.

La nuova collezione Louis Poulsen, presentata nella pasticceria Taveggia, storico locale milanese, appena inaugurato dopo il restauro.

Leggi la Guida alla Milano Design Week 

Fabio Novembre ha progettato un nuovo showroom per Natuzzi, ispirato alla cultura mediterranea e alle luminarie pugliesi.

Brera Design District

Time & Style, il brand giapponese, apre uno showroom permanente a Milano, tra via San Marco e Largo Treves, in via Eugenio Balzan, e presenta la prima collezione di Peter Zumthor. La collezione comprende anche i lettini delle famose Terme di Vals, in Svizzera, progettate da Peter Zumthor, oggi disponibili per il pubblico.


Da Marsotto, la collezione Caro Marco, di Niko Koronis. 

Anche Boffi sta presentando le nuove collezioni, nel suo showroom di via Solferino 11.

Anteprime Fuorisalone

Da Alcova, un allestimento ispirato agli ospedali da campo, a cura di The House of Lyria, tessitura di Prato.

Al Superstudio Più, allestimento di Lexus Design Award con Aqua Creations.

Al Superdesign Show, installazione di Adriana Lohmann, nella mostra Donne & Design.

Showroom De Castelli, mostra Tracing Venice, originariamente allestita a Homo Faber, a Venezia. Lampada Luce Solida, di Gumdesign.

 


Guida alla Milano Design Week 2022

Milano Design Week 2022: Salone del Mobile.Milano e Fuorisalone insieme per ripartire

Dopo tre anni di assenza, finalmente torna la Milano Design Week, dal 6 al 12 giugno 2022. Quest'anno ci saranno il Salone del Mobile.Milano, con i saloni collaterali Salone del Bagno, Eurocucina, Workplace 3.0 e SaloneSatellite, nei padiglioni di Rho-Fieramilano. E in città, torna il Fuorisalone, con la solita, grande, quantità di eventi, sparsi per tutte le diverse zone. Non solo: alcuni eventi si spingono decisamente fuori dal perimetro di Milano. I designer belgi di Belgium is Design, infatti, portano lo spirito degli Zaventem Ateliers a Baranzate. Qui, nell'ex-fabbrica Necchi, Baranzate Ateliers ospiterà una collettiva  di designer e artisti provenienti da diverse aree del Belgio. E Paola Lenti esporrà una collezione dei Fratelli Campana, nella sua sede di via Po 100A, a Meda. A Milano, invece, i moltissimi eventi si distribuiranno nelle varie zone, come di consueto.

Scopri e acquista il libro sulla Storia del Fuorisalone

60esima edizione del Salone del Mobile.Milano

Dopo la battuta d’arresto per la pandemia, e l’edizione speciale Supersalone nel 2021, il Salone del Mobile celebra la sua 60esima edizione dal 7 al 12 giugno 2022. Quella di quest’anno, è la 60esima edizione, anche se la prima edizione fu nel 1961. Questo perché nel 1991 non si è tenuto, per il riallineamento dei calendari della Fiera di Milano; e poi naturalmente è saltato nel 2020. Insieme al Salone del Mobile, si terranno il Salone Internazionale del Bagno, Eurocucina, Workplace 3.0, SaloneSatellite. 

Scopri tutto sul Salone del Mobile.Milano
Scopri tutto su Eurocucina

Milano Design Week 2022: anteprime arredo bagno e sanitari

Tra gli eventi collaterali al Salone del Mobile.Milano, quest’anno ci sarà anche il Salone Internazionale del Bagno, con tutte le novità in materia di arredo bagno, rubinetterie, sanitari e rivestimenti. E anche in città, saranno moltissime le presentazioni di prodotti per arredare e allestire al meglio l’area bagno, una stanza che assomiglia sempre più a una spa, anche nelle case private.

Scopri le anteprime arredo bagno e sanitari

 

Lavabo in pietra Anima Liquida, di Antoniolupi

Milano Design Week 2022: anteprime cucine ed elettrodomestici

Nel 2022, torna Eurocucina, dopo tre anni di assenza. Sarà un’occasione per vedere da vicino l’evoluzione che ha avuto la cucina negli ultimi anni, ancora più significativa dopo che la pandemia ci ha costretto a passare molto più tempo nella nostra casa. Anche in città, saranno numerose le presentazioni dei nuovi trend nell'arredo cucina e negli elettrodomestici.

Scopri le anteprime cucina ed elettrodomestici 

Higlights al Fuorisalone 2022

Lapitec Chef, piano in pietra sinterizzata che diventa piano a induzione

Guida al Fuorisalone 2022: Brera Design District

Un appuntamento sempre gradito è quello con la zona Brera, e Brera Design District. Brera, una delle aree che è sempre stata centrale nel Fuorisalone, fin dai primi eventi all’inizio degli anni Ottanta, nel corso degli anni è diventata sempre più ampia e sempre più ricca di eventi di varia natura. L’edizione 2022 di Brera Design District ospiterà oltre 160 eventi, di cui molti in showroom permanenti. Accanto agli spazi che vivono tutto l’anno, vi saranno numerose installazioni, che coinvolgono aziende e brand di fama internazionale, e altrettanti designer di risonanza mondiale.

Scopri tutto su Brera Design District

Brera Design District. Foto Chiara Venegoni, courtesy Brera Design District

Milano Design Week 2022: Superdesign Show

Il Superdesign Show, l’evento organizzato da Superstudio negli spazi di Superstudio Più, è pronto ad animare anche quest’anno, in occasione del tanto atteso Fuorisalone 2022, il distretto milanese di Tortona. La nuova edizione, con la direzione creativa di Gisella Borioli e quella artistica di Giulio Cappellini, si intitola Looking Ahead.

Scopri tutto sul Superdesign Show

Fuorisalone 2022 Superdesign show
Department of International Trade Promotion (DITP), Aibelle, Installazione

Fuorisalone 2022: la quarta edizione di Alcova

Dal 5 al 12 giugno 2022, torna la quarta edizione di Alcova, anche quest’anno negli spazi dismessi del Centro Ospedaliero Militare di Baggio. L’Ospedale Militare di Baggio, circondato da un grande parco urbano disseminato di edifici abbandonati, è la cornice perfetta per le installazioni di Alcova.

Scopri tutto su Alcova 2022

Guida alla Milano Design Week 2022: Isola Design Festival

Dal 7 al 12 giugno 2022, torna la sesta edizione di Isola Design Festival, nell’ambito del Fuorisalone. Il tema dell’edizione 2022 è “Together As One”, un tema che stimola la condivisione di designer e progetti, idee e conoscenze, tra espositori e visitatori. Oggi, infatti, designer, produttori, architetti, consumatori e tutti gli stakeholder del settore devono lavorare insieme, per progettare un nuovo futuro, più sostenibile e innovativo. Isola Design District accoglierà dunque più di 250 tra designer e studi di design internazionali, che si sommano alle gallerie e agli artigiani locali. In totale, saranno circa 40 i punti di interesse, in uno dei quartieri più vivi di Milano.

Scopri tutto su Isola Design District e Isola Design Festival

Fuorisalone 2022: il Distretto delle 5Vie

5VIE Design Week arriva alla sua nona edizione, all’insegna di una filosofia interessante: Prototyping Utopias. L’utopia è un futuro più sostenibile, una città in divenire, progettata attraverso il design. Le 5VIE sono il laboratorio ideale per questo progetto; partendo dal palazzo del SIAM, istituzione storica dedicata alle arti ed ai mestieri, si amplia alla dimensione collettiva del quartiere, che diventa così un laboratorio interdisciplinare per realizzare ibridazioni tra gli ambiti del design, dell’arte, della moda e dell’artigianato.

Scopri tutto sul Distretto delle 5Vie

Higlights al Fuorisalone 2022

Milano Design Week 2022: Tortona e dintorni

Al Fuorisalone 2022, Tortona Rocks porta in scena il design  innovativo, con oltre 20 mostre internazionali. Dall'installazione monumentale di IQOS all'innovazione del German Design Council, dal Centre for Creativity Slovenia (czk), al lighting design d'autore di Stilnovo, e molto altro.

Scopri tutto su Tortona Design Week 

The Roundabout – Design with Nature

Fuorisalone 2022: la zona centro

Il centro di Milano, come sempre, ospita moltissimi eventi, che vanno dalle mostre nelle case-museo alle presentazioni negli showroom, agli allestimenti speciali. Uno degli eventi clou di via Durini è presso Natuzzi, che presenta uno showroom completamente rinnovato, con progetto di Fabio Novembre, e diversi nuovi prodotti.

Scopri tutto sulla Milano Design Week in zona centro

Perennials & Sutherland al Museo Bagatti Valsecchi

 


EDIT Napoli a Milano, al Padiglione Brera

Al Fuorisalone 2022, gli inediti premiati alla terza edizione di EDIT Napoli, per la prima volta a Milano, al Padiglione Brera

Il Padiglione Brera, un nuovo polo espositivo che si aggiunge alle innumerevoli destinazioni di Brera Design District, ospita i progetti di EDIT Napoli. I prodotti inediti premiati nella terza edizione di EDIT Napoli, che si è tenuta in ottobre 2021, saranno presentati all'edizione 2022 della Milano Design Week. Padiglione Brera porta il design nei chiostri del complesso di San Simpliciano; nato dall’iniziativa di Alessio Monti e Andrea Galimberti, il nuovo hub è una location d’eccezione, in grado di concentrare il meglio del design in un solo luogo, nel cuore di Milano e del Brera Design District. In questo esclusivo contesto saranno presentati i migliori inediti EDIT Napoli dello scorso ottobre 2021, selezionati da una giuria formata da Formafantasma, dalla designer francese Dorothée Meilichzone e dal direttore web di ELLE Decor Italia, Alessandro Valenti.

Leggi l'intervista a Domitilla Dardi

Emilia Petruccelli e Domitilla Dardi, che hanno fondato EDIT Napoli. Foto: Serena Eller

I progetti inediti al Fuorisalone 2022

Tra i progetti esposti, vi sarà Unstressed Chair, una seduta in tubolari di alluminio sagomati, disegnata da Stamuli, studio di design con base a Stoccolma composto da un collettivo di creativi e tecnici, che ha vinto nella sezione principale.

edit napoli brera milano
Unstressed Chair, di Stamuli

Insieme ad Unstressed Chair, vi saranno le collezioni in vetro soffiato del designer danese Alexander Kirkeby, i cui oggetti in vetro creano esperienze tattili inaspettate. Foto: Serena Eller

Scopri gli highlights della Milano Design Week 2022

edit napoli brera milano
Alexander Kirkeby. Foto Stefan Wessel

Ancora, i lavori di Caterina Frongia, basati sulla sperimentazione dell’artigianato tessile della Sardegna, sua terra d’origine.

edit napoli brera milano
Ambient Vert, di Caterina Frongia. Foto: Francesco-Corlaita

Infine, le ceramiche di ccontinua+mamt, brand nato dalla collaborazione a quattro mani tra Chiara Caselli e Francesco Carrasso, duo creativo italiano con base ad Amsterdam. La loro collezione di ceramiche illustrate racconta i loro valori sociali, culturali ed estetici, facendo uso di un immaginario popolare e natural-primitivo.

edit napoli brera milano
ccontinua+mamt, Mangiatutto. Foto: Chiara Caselli

Tutti i progetti premiati a EDIT Napoli come “miglior inedito”, avranno diritto a uno spazio gratuito alla quarta edizione di EDIT Napoli, a ottobre 2023. La partnership tra EDIT Napoli e Padiglione Brera tornerà a Milano nel 2023.


La zona notte secondo Enuit21: letti e complementi

Enuit21 è un nuovo brand che propone letti, imbottiti e complementi interamente made in Italy

Tradizione tessile italiana e cura per estetica e comfort confluiscono in Enuit21, il brand nato nel 2021, per arredare la zona notte. Antonio Caso, proprietario del Materassificio Montalese a Pistoia, ha avuto l’idea di creare un programma interamente dedicato al sonno e al riposo, un programma che non c’era. Enuit21, infatti, non è solo interamente made in Italy; tutta la filiera industriale è italiana, anche i materiali impiegati, diversi dei quali riciclati. Nella costruzione della filiera, Caso si è avvalso della sua lunga esperienza nel settore, maturata in cinquant’anni di produzione di materassi e guanciali.

Scopri

Letti Enuit21, foto Andrea Martiradonna

I letti Enuit21 sono progettati da Ilaria Marelli, dal giovane designer emergente Filippo Di Lecce e dall’Enuit21Lab; il catalogo comprende letti, divani letto, pouf e tavolini, coordinati tessili, e inoltre giretti e testiere imbottite. I rivestimenti sono disponibili in 266 varianti, tra colori e tessuti, per una personalizzazione pressoché infinita.

Letto Sharing, di Enuit21Lab

Il design del sonno secondo Enuit21

Abbiamo ideato Enuit21 con un’identità definita. Qualità di manifattura, flessibilità per assecondare le esigenze dei clienti,  riconoscibilità dei valori tipici del Made in Italy. Grazie alla struttura industriale su cui ci appoggiamo, inoltre, possiamo contare su prezzi molto competitivi”, spiega Leonardo Baccaro, brand manager di Enuit21. “Questo ci ha permesso di espanderci sul mercato italiano in pochissimo tempo," continua.

Letto Iris, di Ilaria Marelli

"Prima di affrontare l’export, abbiamo un programma triennale di consolidamento sul territorio nazionale. Sempre in questo periodo di tre anni, svilupperemo nuovi prodotti, collaborando con designer e progettisti, basandoci su tre parole chiave: heritage, made in Italy e sostenibilità. Con il nostro percorso, vorremmo dare spazio ai talenti emergenti, creando nuovi linguaggi per la zona notte," conclude.

Leggi anche "I pre-consuntivi 2021 del settore dell'arredamento"

Letto Charming, di Ilaria Marelli

"La strategia di posizionamento prevede, per il momento, di investire principalmente in Italia. Il brand ricerca partner commerciali che siano interessati al segmento design, e che investano in comunicazione, on e off line. Enuit21 inoltre ha investito fin da subito in una squadra completa di professionisti, per comunicare i propri valori al pubblico, alla rete di punti vendita e distributori italiani, e ad architetti e interior designer. “L’obiettivo è un presidio sempre più mirato nel mondo del design, per il quale continueremo a potenziare la struttura aziendale” conclude Leonardo Baccaro.

Letto Fluid, di Filippo di Lecce

Faemina, la macchina professionale per il caffè nella propria casa

La prima macchina da caffè da casa del Gruppo Cimbali, Faemina, è un’icona di design perfetta per ogni ambiente

Faemina è la prima macchina da caffè da casa del Gruppo Cimbali, brand storico nelle macchine da caffè professionali. Con Faemina, è finalmente possibile avere un caffè della stessa qualità del bar, nella quiete della propria casa. Non solo: firmata da Italdesign, Faemina è anche bella da vedere, e un oggetto che si inserisce con facilità in qualsiasi ambiente e stile di interior design.

Elegante nello stile e minimal nelle sue linee e forme geometriche, Faemina è disponibile in due versioni, Urban Color e Classy. Urban Color è caratterizzata dall’alluminio anodizzato, e da un corpo macchina a contrasto con finiture glossy, nei colori bianco, nero, o nei colori Pantone dell’anno. Classy invece si distingue per l’alluminio lucidato, accostato al ramato satinato e al nero elegante. Icona di lusso e design, Faemina si inserisce bene sia nell’ambiente domestico, sia in contesti professionali di nicchia, come concept store o bistrot, e qualsiasi ambiente esclusivo, in cui si desidera far vivere ai propri clienti il rito del caffè espresso come una vera Emotional Experience.

La macchina da caffè Faemina offre diverse soluzioni ergonomiche che ne facilitano l’uso. Infatti, è dotata di una vaschetta di scarico removibile e semplice da svuotare: la macchina segnala quando è piena con un messaggio di notifica. Inoltre, grazie al sistema Up&Down, brevettato e regolabile, si possono utilizzare tazze di varie dimensioni per preparare sia il caffè espresso, sia il caffè americano, con una tallcup. Con Faemina, si possono preparare diverse bevande, caffè, tè, infusi, e brewing coffee. L’alta qualità in tazza è garantita da un filtro addolcitore dell’acqua, integrato all’interno del serbatoio.

Be Faema

Il mondo Faemina si estende oltre la macchina, grazie all’App dedicata BeFAEMA, che consente di impostare a distanza i parametri d’uso. Be Faema invita gli utenti a unirsi a community di amanti del caffè, per essere costantemente aggiornati sul mondo del caffè e costruire le proprie ricette ideali.

In Piazza del Cannone, a DDN HUB, Faemina offrirà la possibilità di degustare il caffè e conoscere la macchina

Scopri il programma di DDN HUB


Milano Design Week 2022- Delta Light

Delta Light alla Milano Design Week 2022 con Mood

In occasione della Milano Design Week 2022 Delta Light presenta MOOD, un palinsesto di iniziative sulle ultime novità di prodotto

Alla Milano Design Week 2022, Delta Light presenta MOOD, un programma ricco di eventi, mostre e installazioni sulle nuove soluzioni illuminotecniche del brand. Realizzati in collaborazione con designer di fama mondiale, i nuovi prodotti di Delta Light esprimono una grande forza espressiva e sono sempre più sostenibili.

Il cuore nevralgico delle attività sarà, come di consueto, il Delta Light Studio, in via Bugatti 15, in zona Tortona. All'interno dello showroom, infatti, il pubblico potrà scoprire le anteprime dei nuovi prodotti della Lighting Bible 14 New Collection, e vivere l'esperienza di High Profile, un'installazione immersiva realizzata in collaborazione con MVRDV Architects.

Scopri gli eventi di Zona Tortona a Milano

Le novità di Delta Light alla Milano Design Week 2022

Al Fuorisalone 2022, Delta Light presenterà la nuova famiglia di prodotti Oono, una combinazione di vetro e metallo. E la nuova famiglia Cuppa, che invece si distingue per la sua forma originale e accattivante, data dall'alternanza di forme a cupola e superfici piatte.

Tra i nuovi prodotti, ci saranno anche i nuovi elementi di illuminazione lineare Inform OK e LED Line OK; soluzioni illuminotecniche con possibilità di luce diffusa o puntuale, ideali sia per ambienti di lavoro che per spazi residenziali.

Il pubblico del Delta Light Studio potrà inoltre scoprire le ultime versioni delle Superloop, lampade di grande successo, proposte nelle nuove declinazioni Oval e Slim. E Spy Wallwash, un nuovo modello funzionale e versatile della storica gamma Spy.

Milano Design Week 2022-Delta Light
Le luci OONO

Delta Light verso la sostenibilità con l’installazione High Profile

Delta Light Studio ospiterà l'installazione High Profile, un'opera realizzata con materiali di scarto, in collaborazione con lo studio olandese MVRDV Architects. L'installazione, realizzata in occasione della Milano Design Week 2022, riassume i valori in cui l'azienda crede e opera, cioè sostenibilità, estetica e funzionalità. High Profile sarà presentata nel corso di una conferenza stampa mercoledì 8 giugno alle ore 16.00, in via Cesare Bugatti 15.

La soluzioni illuminotecniche del brand protagoniste al Fuorisalone 2022

Anche quest’anno Delta Light, in occasione della Milano Design Week 2022, collaborerà con designer di fama mondiale e aziende leader del settore.

La partnership con Isay Weinfeld , per esempio, segna la presenza del brand alla mostra “INTERNI Design Re-Generation”, in programma alla Statale di Milano. Le luci Entero del brand illumineranno l'installazione immersiva del celebre architetto brasiliano donando forza espressiva ed enfasi emozionale all'opera.

Il futuro del design in chiave sostenibile sarà invece il focus della partecipazione di Delta Light all’esposizione “Design Forever”; l'evento organizzato da Elle Decor nei suggestivi ambienti di Palazzo Bovara.

In due aree dello Spazio RT di via Fatebenefratelli, la famiglia di luci Spy sottolineeranno la dimensione poetica di “Accanto al fuoco”, un’installazione concettuale ispirata al lavoro di Carlo Scarpa, che porta la firma di Luca Guadagnino e del suo team di architetti SLG, sotto la direzione artistica di Eleonora Grigoletto.

Arte, design ed ecosostenibilità saranno invece i temi di “Future Perfect”, evento di spicco di Isola Design District, che vedrà la partecipazione del brand con i prodotti di luce Haloscan.

Milano Design Week 2022- Delta Light
Le luci SUPERLOOP slim

Delta Light al Salone del Mobile 2022

Il palinsesto di iniziative MOOD si completerà, infine, con due significative presenze nell’ambito del Salone del Mobile 2022. Il sistema magnetico M20 di Delta Light valorizzerà tessuti, colori e fantasie delle collezioni di True design.

Il sistema Soliscape, invece, nato dalla collaborazione con UNStudio, sarà al centro dell’avveniristica micro-archittetura Node+,  presentata da LaCividina. La sofisticata soluzione progettuale realizzata da Ben van Berkel sfrutterà sensori adattivi e controlli vocali per regolare dinamicamente le emissioni luminose, contribuendo così a tracciare una nuova idea di spazio, che unisce in sé funzionalità di lavoro, svago e socializzazione.

Famiglia di luci CUPPA

 


Il mese del design a Graz

Graz ospita, fino al 12 giugno 2022, l’undicesima edizione del Design Month Graz, un festival annuale per immergersi nel design contemporaneo austriaco

Foto Miriam Raneburger

Graz, Città del Design Unesco dal 16 marzo 2011, considera il design come uno strumento per dare forma alla città, ai servizi e ai nuovi prodotti. In questa ricerca, si valutano sia l'estetica, sia la praticità, la funzionalità e la sostenibilità. Graz è una città ambiziosa, dinamica e in continua evoluzione, dove architetture all’avanguardia, firmate da progettisti di fama internazionale, dialogano con edifici storici, vecchi di secoli. Nel centro di Graz troviamo, infatti, opere come la Kunsthaus, di Peter Cook & Colin Fournier, il Murinsel ,di Vito Acconci, l’Argos, di Zaha Hadid Architects, e il Mumuth di Ben van Berkel, UNStudio, solo per citarne alcune.

Green Transition è il tema del Design Month Graz 2022, che segue il progetto New European Bauhaus, un processo di trasformazione interdisciplinare a livello europeo. Grazie a New European Bauhaus, il settore creativo svolge una funzione fondamentale nella ricerca di strategie e soluzioni sostenibili per affrontare le sfide del futuro. Design Month Graz, dunque, presenta a un ampio pubblico l’importanza del design nella vita quotidiana, e il suo ruolo chiave nella società di oggi, dove la collettività acquista sempre più importanza.

Il Murinsel di Vito Acconci

Il Festival prevede un ricco programma di eventi, che animano la città di Graz per un intero mese. Nel Mese del design, si creano occasioni per socializzare e fare networking attraverso conferenze, workshop, visite guidate, mostre, installazioni, performance. Inoltre vi sono diverse iniziative indipendenti di designer, enti di formazione, università, industrie creative e imprese.

Scopri l'architettura austriaca al femminile

Argos di Zaha Hadid Architects