DDb 102

“Lo spazio tra infinitamente grande e infinitamente piccolo è riempito da qualcosa di infinitamente complesso: l’uomo e la sua vita, la natura. L’esigenza di conoscenza nasce dunque tra questi due estremi (…) per poter tradurre e interpretare il reale, il pensiero, la memoria, l’immaginazione. Da qui nasce il mio lavoro”. Queste le parole di Luigi Ghirri, uno dei fotografi italiani più influenti del Novecento, il cui film (sostenuto dall’azienda Marazzi) ‘Infinito. L’universo di Luigi Ghirri’ ha registrato un doppio sold-out al botteghino di Milano Design Film Festival. Apriamo questo numero prendendo in prestito una foto del Maestro che rende protagonista la ceramica, su cui si posa l’ombra della macchina fotografica. Un materiale sicuramente in primo piano anche al Cersaie, fiera di cui parliamo nelle prossime pagine, illustrando le novità e le tendenze nei settori arredobagno, termoarredi e rivestimenti. “Disegnare rivestimenti non significa solamente disegnare un prodotto, ma immaginare uno spazio attraverso una visione architettonica spiccata, minimale e armoniosa” così racconta Federica Biasi, intervistata per noi in veste di art director di Decoratori Bassanesi. Nella rubrica Special Projects, lasciamo la Terra e andiamo su Marte, con il curioso progetto ‘Building a Martian House’, un vero e proprio prototipo di casa marziana nata dalla mente delle artiste Ella Good e Nicki Kent con Hugh Broughton Architects e Pearce+ in collaborazione con Duravit, che ha partecipato all’iniziativa.