ddn cucine 2021

EDITORIALE

Il Terzo Paradiso di Michelangelo Pistoletto, di cui scrive il manifesto nel 2003, è il perfetto equilibrio tra il primo e il secondo. Il primo è idealizzato con l’Eden, all’interno del quale l’essere umano è in totale sintonia con la natura, mentre il secondo è quello artificiale, idealizzato con l’avvento delle più moderne tecnologie che hanno permesso di fare esperienza di oggetti, luoghi e servizi che mai si sarebbero potuti immaginare. Insomma, si parla quindi di connessione tra sostenibilità e innovazione, che dovrebbe essere la base della ricerca di tutti, per un futuro migliore. Nell’ambito cucina questa indagine è sempre più evidente e si esprime in maniera tangibile tramite l’utilizzo di materiali, forme e colori che richiamano la natura, ovviamente ecocompatibili, e la domotica incorporata per permettere un dialogo costante tra prodotto e fruitore. Che sia in Canada, in Ucraina, in Italia o in Australia, documentati all’interno della nuova rubrica Living, gli ambienti cucina sono esteticamente impeccabili e funzionalmente inappuntabili, e volgono all’individualismo, rispetto alla contaminazione con il soggiorno tipica degli anni appena trascorsi. La cucina torna l’unica protagonista.