DHD 68

Come costruire un altro mondo?

Un processo, quello della progettazione, che si evolve continuamente, che si tratti di interni oppure di esterni. Un processo che DHD vuole testimoniare con costanza prendendo spunto dal mondo dell’hospitality in tutte le sue sfaccettature. Cogliendo gli aspetti progettuali più radicati, più tradizionali, quelli che vengono interpretati in chiave moderna e quelli che si scostano totalmente dai diktat per esplorare. Questo numero si identifica nel cambiamento dettato e imposto dalla pandemia, che ha generato non solo nuovi concetti dell’abitare, ma anche nuove modalità nell’ospitalità. Hotel con ampi spazi dedicati sì alla condivisione, ma con un’attenzione maggiore alla sicurezza individuale. Materiali all’avanguardia mai nocivi, sistemi di areazione con tecnologia avanzata, sostenibilità. E sempre all’insegna di un’eleganza che va oltre il segno, oltre l’artigianalità e l’attenzione al dettaglio. E il made in Italy che si distingue in tutto il globo.