OFARCH 155

MVRDV CULTURE • snkh studio • Steven Holl Architects • Tadao Ando • David Chipperfield Architects • Alvisi Kirimoto + Harcome • ADI Design Museum • OFX •

ARCHITETTURA PER LA CULTURA

La cultura, anche se prodotta da singoli, si sviluppa affermandosi su larga scala nelle comunità; i luoghi deputati allo studio e alla formazione culturale degli individui devono essere essi stessi esempi di ingegno intellettuale trasformato in luogo fisico. Da qualche tempo purtroppo e per qualche tempo ancora, molte cose si sono trasformate, speriamo provvisoriamente; nell’ambito culturale l’insegnamento e gli incontri avvengono a distanza con sistemi informatici che ci condizionano alla solitudine e, anche se rendono possibile la continuità dei processi di formazione, non devono diventare l’unica forma di apprendimento. Il museo virtuale deve essere un’alternativa di riserva esclusiva per chi non può viaggiare: soltanto l’architettura reale, presenza fondamentale per la città e i suoi abitanti, è il luogo che permette di entrare in contatto fisico e mentale con l’arte e la scienza; la stessa cosa vale per i teatri, per le sedi universitarie e per tutti i centri e le istituzioni che si impegnano nella produzione culturale. La realizzazione architettonica ha il compito di agevolare e dare significato alle attività che dovranno essere svolte all’interno degli edifici; non solo attraverso le scontate operazioni progettuali di funzionalità e flessibilità, ma anche di suggerire comportamenti nei processi di collaborazione collettiva.

Franco Mirenzi